Disturbi e protocolli suggeriti

Candida Albicans

photo-1428699190791-2c4f8b144d06

Ultimamente ho scoperto che, quando cercavo un olio essenziale per un problema particolare, dall’artrite alla psoriasi, dalla lupus all’eczema e a diverse malattie autoimmuni, le indicazioni mi rimandavano alla cura della Candida. Ho deciso quindi di documentarmi meglio, pertanto traduco di seguito il capitolo relativo da Everything Essenzial.me

Sara’ un post un po’ lungo, ma vale la pena leggerlo tutto!

La Candida Albicans e’ un ceppo naturale di un fungo che vive nel nostro intestino, ma quando riesce a crescere incontrollata puo’ provocare confusione al nostro sistema immunitario e mostrare una miriade di sintomi quali allergie, eruzioni cutanee, dolori, mal di stomaco, infiammazione, reazioni agli odori, mal di testa, eccetera. La ritroviamo sotto forma di infezioni fungine, irritazioni della pelle e mughetto; vi sono forme orali, vaginali, sanguigne o intestinali.

Il modo migliore di trattare una crescita eccessiva della Candida e’ quello di purificare con una serie di oli essenziali, ripulire la dieta, fare il pieno di sole e aria fresca, fare esercizio fisico e ripopolare l’intestino con batteri buoni utilizzando un probiotico. Evitare di consumare qualsiasi cosa contenente zucchero, muffe o funghi, in quanto essendo la Candida un lievito si nutre di queste cose.

Quando si inizia il processo di purificazione, si creera’ una reazione che fara’ sentire peggio per un breve intervallo di tempo, durante il quale la Candida viene espulsa. Molti suggeriscono di assumere le capsule della formula disintossicante GX Assist per due settimane e poi interrompere e proseguire con i probiotici PB Assist per una settimana. Ripetere il ciclo al bisogno, fino a qundo i sintomi della Candida sono scomparsi. In seguito, per mantenere il risultato raggiunto, continuare con uns dieta regolare, esercizio fisico e una pulizia mensile (due settimane con la formula disintossicante e una settimana con i probiotici).

Evitare il piu’ possibile di assumere antibiotici, contraccettivi e alimenti ricchi di zuccheri o lieviti.

Spesso le persone si lamentano di sentirsi poco bene o di manifestare eruzioni cutanee o altre reazioni: non e’ raro che accada, in quanto e’ la reazione della Candida alle cure (come il suo “canto del cigno”, ndt) quando il corpo la elimina. Prendere in considerazione una dieta a base di cibi crudi durante la disintossicazione e bere MOLTA acqua, aggiungendo una goccia di olio essenziale Lemon ad ogni bicchiere.

A partire da metà del 2009 doTerra offre due prodotti che rendono questo molto più facile.

gx-assist

GX Assiste, GI Cleansing Formula, una miscela purificante di olio essenzialedi origano, Melaleuca, Limone, Citronella, Menta piperita e Timo, preparata in capsule. Si consiglia di usarlo mensilmente prendendo 1-3 capsule al giorno per 10 giorni. pb assist

Proseguire con PB Assist+, una formula di probiotici per promuovere la funzione digestiva sana in una capsula di rilascio prolungato. Questa si assume ogni giorno per 5 giorni dopo il ciclio di 10 giorni con GI Cleansing Formula.

Come già accennato, quando la Candida viene espulsa si possono verificare alcuni sintomi quali malessere, eruzioni cutanee, cambiamenti nella routine intestinale, ecc. Variando la quantita’ da 1 a 3 capsule si possono modificare questi sintomi, portandoli ad un livello accettabile.
Naturalmente si può preparare la propria miscela. Il Dr. Hill (presidente del comitato scientifico di doTerra, ndt) suggerisce questa formula, in una capsula dimensione 00:

  • 1 goccia Oregano
  • 2 gocce di Melaleuca
  • 3-5 gocce di Lemon

Lemon scioglie la capsula, quindi è bene prepararne solo per un paio di giorni. Un metodo semplice è quello di preparare la miscela in una bottiglietta (di vetro) con un tappo contagocce, quindi praticare con un trapano a punta 00 fori di dimensioni in un piccolo pezzo di legno. Le capsule aperte possono essere inserite nei fori e facilmente riempite con 6-8 gocce della miscela. L’esperienza insegna che questo metodo e’ piu’ costoso (e certamente meno conveniente) della formula gia’ pronta GX Assist.

Cosa dicono le ricerche scientifiche (Chiedo scusa se la traduzione dei termini medici non sara’ perfetta, credo che il senso sia comunque abbastanza chiaro).

Candida, Infiammazione e malattie auto immuni

An Extraordinary Power To HealAn Extraordinary Power to healQuesto sommario e’ basato sul libro del Dottor Bruce Semon “An Extraordinary Power to Heal” (2003) e offre una generale spiegazione sui modi in cui il lievito possa causare le cosiddette malattie autoimmuni e croniche. Per spiegazioni piu’ dettagliate, incluso un capitolo su come il sistema immunitario dovrebbe lavorare – e come i lieviti lo impediscono – si raccomanda di leggere il libro sopra citato (il libro purtroppo non esiste in italiano, o almeno io non sono riuscita a trovarlo).

Sindrome da fatica cronica, Morbo di Crohn, Fibromialgia, Sindrome da stomaco irritabile, Lupus, Sclerosi multipla, Intorpidimento delle mani, Artrite reumatoide, Colite ulcerosa: che cosa hanno in comune? Tutte rispondono a un cambiamento della dieta e un trattamento anti-lievito.

Per quale motivo questo succede? In tutte queste malattie, il corpo sembra attaccare se stesso. Sono chiamate malattie autoimmuni.

Ho sempre ritenuto strana l’idea che il corpo potesse attaccare se stesso. In 40 anni di ricerche, la comunita’ biomedica e ricercatrice non e’ riuscita a trovare una risposta. Forse e’ l’ipotesi ad essere sbagliata.

Forse il corpo non sta primariamente attaccando se stesso. Forse il target principale non e’ il corpo, ma il lievito Candida Albicans. Per comprendere come queste terribili malattie possono colpire, bisogna guardare prima alle interazioni tra la Candida albicans e il sistema immunitario.

I lieviti riesiedono abitualmente nel tratto intestinale. Dopo gli antibiotici, i lieviti crescono per colmare il vuoto lasciato dai batteri morti e continuano a crescere a livelli molto alti. Il corpo deve pero’ contenere questa crescita, perche’ non invada tutto. Se la Candida albicans invade tutto il corpo, il risultato e’ spesso la morte.

Il modo migliore per guardare al sistema immunitario e’ di comprendere che esso ha sia funzioni difensive che offensive. La principale arma difensiva e’ l’infiammazione. Il suo verificarsi e’ come alzare un muro, un mur caldo, che rende difficile l’ingresso ai microorganismi invasori e sconosciuti. Si verifica un’infiammazione ogni volta che il sistema immunitario viene a contatto con un invasore sconosciuto. L’infiammazione, pero’, e’ come sappiamo dolorosa, per cui insieme ad essa (arma difensiva, ndt) viene utilizzata anche l’arma offensiva che uccide l’invasore. Il problema e’ che la Candida albicans conosce molti trucchi per evitare le armi offensive del sistema immunitario.

La Candida e’ un organismo molto difficile da riconoscere per il sistema immunitario. Perche?

I lieviti hanno una capsula all’esterno che impedisce alla prima linea di offesa (fagociti), i globuli bianchi, di inghiottire il lievito e ucciderlo. Il corpo deve quindi affidarsi ad altre parti del sistema immunitario.

La Candida ha altri trucchi a disposizione. Uno di questi trucchi e’ di cambiare il proprio aspetto. Il sistema immunitario riconosce i recettori esterni dell’organismo invasore e invia quindi segnali per far partire una risposta immunitari. I “soldati” cercano quindi cellule con quei recettori. La Candida puo’ a questo punto cambiare i recettori che stava mostrando, rendendo difficile alle cellule immunitarie reagire in modo appropriato. In sostanza, la Candida albicans e’ un bersaglio mobile, che cambia la sua forma.

La cosa piu’ importante da sapere sulla Candida albicans e’ che essa puo’ produrre fattori che sopprimono la risposta immunitaria alla Candida stessa. Tali fattori possono essere ritrovati in persone con una significativa infezione da Candida.  Quando questi fattori vengono purificati e messi in colture nelle cellule immunitarie, tali cellule non sviluppano la risposta alla Candida che dovrebbero sviluppare. In altre parole, la Candida e’ in grado di produrre fattori che impediscono al corpo di reagire e di ucciderla. Questi fattori impediscono la totale eliminazione della Candida dal corpo.

La Candida puo’ sopprimere l’arma offensiva del sistema immunitario. Ma l’infiammazione sara’ comunque generata, perche’ quando il sistema immunitario riconosce un invasore, sara’ presente un’infiammazione. Il problema e’ che l’invasore, la candida, non se ne va, perche’ le armi offensive sono state soppresse. Rimarranno l’infiammazione e il dolore.

Nel tratto intestinale, la Candida prova a invadere le pareti intestinali e il sistema immunitario risponde con l’infiammazione. Avendo la Candida soppresso l’arma offensiva del sistema immunitario, l’infiammazione rimane, cosi’ la Candida rimane e l’infiammazione e’ prolungata. Questa prolungata infiammazione e’ chiamata Colite ulcerosa se avviene nell’intestino crasso, e Morbo di Crohn se avviene nell’intestino tenue. Queste malattie sono infiammazioni prolungate derivate dall’incapacita’ del sistema immunitario di eliminare la Candida.

Nella colite ulcerosa, e’ presente un’infiammazione dolorosa nell’intestino invece che un regolare contenimento. Mentre il corpo combatte i lieviti nell’intestino, alcune cellule che combattono i lieviti in circolazione vengono in contatto con la pelle e allora parte un’infiammazione in quel punto, provocando eczema e psoriasi.

La Candida causa problemi autoimmuni quali Lupus e Artrite reumatoide in questo modo. La Candida mostra recettori sulla superficie delle sue cellule che sono in trealta’ recettori umani per i tessuti connettivi e il sistema immunitario. Se il corpo attacca la Candida nel tratto intestinale, il sistema immunitario attacchera’ qualunque cosa che abbia l’asoetto della Candida. A causa dei recettori del tessuto connettivo della candida, il sistema immunitario puo’ attaccare altre cellule nel corpo che hanno questi recettori.

Molti tessuti corporei, come le articolazioni, hanno tessuti connettivi e quando il corpo attacca la Candida, attacca anche queste cellule. Il risultato sono articolazioni dolorose o altri tessuti infiammati.

La Candida ha anche recettori simili a quelli del cervello. Quando questi recettori vengono attaccati, il risultato e’ la sclerosi multipla.

In altre parole, la Candida agisce come un vaccino a lungo termine mostrando i recettori cellulari del corpo (travestendosi) per ingannare il sistema immunitario. Quando esso riconosce i recettori, attacchera’ le cellule che li contengono, incluse quelle del corpo. Ci sono ricerche che mostrano queste reazioni. Il bersaglio primario e’ la Candida. Se la Candida viene eliminata, il corpo smettera’ di attaccare se stesso.

Estratti da PubMed.com

Giornale di Microbiologia Applicata giugno 1999 (Journal of  Applied  Microbiology. 1999 Jun;86(6):985-90

Attivita’ antimicrobica degli oli essenziali e altri estratti di piante 

Hammer KA, Carson CF, Riley TV.

Dipartimento di Microbiologia dell’Universita’ Australian Western (Department of Microbiology, The University of Western Australia, Nedlands, Western Australia. khammer@cyllene.uwa.edu.au)

L’attivita’ anitmicrobica degli oli e gli estratti delle piante e’ stato riconosciuto da molti anni. Tuttavia, non molte ricerche hanno messo a paragone grandi numeri di oli ed estratti usando metodi che sono direttamente comparabili. Nel presente studio, 52 oli ed estratti di piante sono stati sottoposti a ricerche per la loro attivita’ contro Acinetobacter baumanii, Aeromonas veronii biogroup sobria, Candida albicans, Enterococcus faecalis, Escherichia col, Klebsiella pneumoniae, Pseudomonas aeruginosa, Salmonella enterica subsp. enterica serotype typhimurium, Serratia marcescens and Staphylococcus aureus, utilizzando un metodo di diluizione in agar.

  • Lemongrass, Oregano e Alloro hanno inibito tutti gli organismi a una concentrazione di < or = 2.0% (v/v).
  • Sei oli non hanno inibito nessun organismo alla piu’ alta concentrazione, che era 2.0% (v/v) per olio di nocciolo di albicocca, enotera, macadamia, zucca, salvia e mandorla dolce.
  • Per i restanti oli, l’attivita’ antimicrobica ha mostrato risultati variabili.

20 oli ed estratti vegetali sono stati esaminati utilizzando il metodo di diluizione in brodo per l’attivita’ contro Candida albicans, Staffiolococco aureus e Escherichia coli.

  • Le più basse concentrazioni minime inibenti erano 0,03% (v / v) olio di timo contro C. albicans e E. coli e 0,008% (v / v) olio Vetiver contro stafilococco. aureus. Questi risultati sostengono la nozione che gli oli essenziali ed estratti vegetali possono avere un ruolo farmaceutici e conservanti.

Estratti da PubMed.com

Hammer, K. A., & Riley, T. V. (1998).

L’attivita’ in vitro degli oli essenziali, in particolare Melaleuca alternifolia (tea tree) e altri prodotti a base di melaleuca, contro la Candida nel Giornale di Chemioterapia Antimicrobica (In-vitro activity of essential oils, in particular Melaleuca alternifolia (tea tree) oil and tea tree oil products, against Candida spp. Journal of Antimicrobial Chemotherapy 42, 591-5.)

Lo studio esamina l’attivta’ in vitro di una gamma di oli essenziali contro il livito della Candida. Le concentrazioni finali di olio di tea tree sono stati ottenuti dai prodotti diluiti in acqua distillata sterile dopo l’inoculazione. Un certo numero di isolati di Candida sono stati testati per la sensibilità all’olio di tea tree con i metodi di diluizione agar e microdiluizione in brodo. Lo studio ha trovato la maggior parte di olio di melaleuca testato possiede proprietà anticandida in vitro e suggerisce che puo’ essere utile nel trattamento topico delle infezioni superficiali da Candida.

Nota: Confrontare con http://everythingessential.me/candida-or-yeast-infection/ 

NB Io traduco le informazioni che trovo e che ritengo interessanti. Per gravi preoccupazioni mediche si prega di rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Leave a Reply