Le mie esperienze, Per saperne di piu'

Non tutti gli oli essenziali sono uguali

cheaper

Oggi parleremo di una grande verita’, ripetuta spesso da mio marito: “Hai quello per cui hai pagato”, in altre parole, la qualita’ ha un prezzo, la professionalita’ ha un prezzo, la salute e l’etica hanno un prezzo.

A volte qualcuno si chiede perche’ dobbiamo ordinare gli oli essenziali da doTERRA, quando si possono comprare in erboristerie, parafarmacie o altri negozi. Alcune persone mi mandano link di come sia semplice ed economico produrre gli oli essenziali da soli. Anche alcune erboristerie vendono oli essenziali “fatti da loro” e molti di noi, anche io anni fa, ne acquistano alcuni.

Quando tanti anni fa ho provato ad usare gli oli essenziali, ho comprato una confezione di o. e. di melaleuca (tea tree oil) in una erboristeria che frequentavo, gestita da persone sicuramente in gamba e appassionate del proprio lavoro. Mi hanno presentato un olio di una marca che non ricordo e uno fatto da loro, che costava la meta’. Ho pensato che la differenza di prezzo fosse dovuta al fatto che si evitavano dei passaggi e ho scelto il loro. L’ho utilizzato sui pizzichi di zanzara e tutto sommato il prurito passava, anche se seccava molto la pelle. Dopo un po’ pero’ non era piu’ cosi’ efficace. Sofia, una delle mie gatte, lo adorava. Continuava a leccarmi le gambe dove avevo messo l’olio e le dita con cui lo avevo spalmato, poi se ne andava soddisfatta.

In seguito, diventando piu’ esperta e studiando ogni giorno, anche per imparare quali oli essenziali si possono usare con gli animali, ho scoperto che, udite udite, la melaleuca puo’ essere MORTALE per i gatti. Non e’ strano? Mi sono preoccupata moltissimo perche’ la melaleuca – tea tree oil – e’ uno degli oli che uso quasi ogni giorno e mi sono ricordata che a lei piaceva moltissimo…poi ho provato. Le ho fatto annusare (da lontano) il dito con cui lo avevo toccato e lei e’ scappata a gambe levate. La melaleuca le fa orrore.

Quindi, siccome e’ una gatta volubile ma i suoi gusti sono molto precisi, ho iniziato a chiedermi cosa ci fosse nell’olio precedente. Non lo so, ma so cosa non c’era. Non c’era la melaleuca, altrimenti non sarebbe piu’ qui’ con la zampa sul mio braccio mentre scrivo.

Ho imparato che cosa si puo’ scrivere sulle confezioni degli oli essenziali, che non e’ affatto chiaro per chi vi si avvicina per la prima volta. La normativa in questo campo e’ complicata, anche se fortunatamente vengono sempre piu’ studiati per le applicazioni mediche e la loro efficacia riconosciuta.

Gli oli essenziali sono, come spiegato altrove, componenti aromatici estratti dalle piante, solubili in olio perche’ appunto oleosi, ma che evaporano molto velocemente.

Questi oli contengono moltissime essenze, principi attivi, tanto piu’ abbondanti quando la pianta da cui sono ricavati cresce nelle condizioni ottimali per quanto riguarda il clima, il terreno, e anche la specie della pianta (ad esempio, pensiamo a quanti tipi di lavanda esistono). L’olio essenziale e’ diverso anche in base a quale parte della pianta viene utilizzata, per cui le foglie, i fiori, la radice vengono, o dovrebbero, venire dichiarati.

Gli oli essenziali vengono estratti con spremitura a freddo, come nel caso degli agrumi in cui si utilizza la buccia, oppure per distillazione. Questa dev’essere effettuata subito dopo il raccolto e condotta lentamente e con molta competenza, per non distruggere le essenze con temperature troppo elevate o rischiare di ossidarle.

Come si misura la qualita’ di un olio essenziale?  (Questa parte e’ tradotta dal libro “The essential life”) L’olio deve essere:
Autentico:
  • La composizione dev’essere uguale a quanto dichiarato in etichetta
  • L’olio non e’ una miscela di diverse specie
  • Non contiene erbe (erbacce) che crescono intorno alla pianta
  • E’ distillato solo dalle parti della pianta dichiarate
  • E’ possibile identificarne i componenti specifici cosi’ da individuarne le proprieta’ terapeutiche

Genuino:

  • 100% naturale, senza altre sostanze ne’ sintetiche ne’ naturali: no diluenti, additivi o altro.
  • 100% puro, senza altri oli simili o ibridi, per aumentarne la quantita’
  • 100% completo e distillato completamente. La maggior parte degli oli essenziali viene distillata in un unico processo, tranne Ylang Ylang che richede diverse distillazioni. Quando il processo di distillazione viene interrotto, l’olio essenziale prodotto puo’ essere di prima, seconda, terza categoria.
  • Puro: Quando leggiamo che un olio essenziale e’ puro, non signofica necessariamente che sia di buona qualita’. Un olio puro puo’ essere distillato in modo scorretto o puo’ essere ottenuto da una varieta’ di pianta inferiore. Inoltre, puo’ contenere pesticidi, solventi, erbicidi, altre specie e anche componenti sintetici. La distillazione puo’ amplificare la concentrazione di queste sostanza indesiderate.
  • Potente: Gli oli essenziali sono la forma piu’ potente dei derivati delle piante. La costituzione chimica dei suoi componenti puo’ aumentarne o diminuirne l’efficacia, come il terreno in cui sono cresciute, il clima eccetera. Questo fa comprendere l’importanza di dove le piante vengono reperite.

CPTG

Spero che tutto questo ci aiuti a capire il motivo per cui e’ fondamentale utilizzare oli essenziali di grande qualita’ e di grado terapeutico certificato. Non siamo in grado di riconoscere da soli se un olio ha tutte queste caratteristiche se non siamo esperti e abbiamo un laboratorio sofisticato a disposizione, ma abbiamo la fortuna di avere qualcuno che lo fa per noi.

Lasciatemi dire questo. Le certificazioni degli oli essenziali doTERRA vengono effettuate da laboratori esterni, per cui gli oli vanno dal produttore al laboratorio. Se soddisfano i criteri, bene, altrimenti doTERRA non li acquista. Questo significa che a volte alcuni oli non sono in vendita, come ad esempio, al momento, Roman Chamomille e Melissa. Significa anche che continuerà a sostenere i produttori, che magari hanno avuto un cattivo raccolto per via delle condizioni climatiche, attraverso la fondazione Healing Hands.

 

 

 

 

2 thoughts on “Non tutti gli oli essenziali sono uguali

  1. Grazie per il bel artico , molto chiaro. Uso anche io gli oli e mi trovo benissimo ..ma è difficile far capire alle persone questi principi.Ciao Rosanna

    1. Ci proviamo Rosanna! Condividiamo tutte le informazioni che abbiamo, facciamo provare gli oli e spieghiamo come funzionano, e chi e’ pronto capira’ 😉 Un saluto affettuoso

Leave a Reply