Oli singoli

Dr. Robert Pappas: Guida per riconoscere gli oli essenziali di qualità dal prezzo – Frankincense

(Image credit to FJ once and twice)

Qualche giorno fa, sulla pagina di Essential Oil University, Il Dr. Pappas ha iniziato questa serie, che ha avuto talmente tanto seguito che poi ha creato un gruppo, almeno per i primi due oli che ha analizzato, Frankincense e Melissa. Ritengo di estrema importanza che anche in Italia si faccia chiarezza su questo, perché spesso sento che questi oli sono troppo costosi, che il prezzo basso si giustifica grazie all’acquisto in grandi quantità, eccetera. Credo anche che possa essere utile capire di più su un olio essenziale come Frankincense, sulle diverse qualità e caratteristiche che presenta. Quello che segue è il post originale, compreso di alcuni commenti successivi:

“Qualcuno ha scritto in un post che il mondo degli essenziali è tuto nuovo e che vorrebbe avere qualche linea guida per capire se un olio è falso, basandosi semplicemene sul prezzo. Ho pensato che fosse una buona domanda, per rispondere alla quale pubblicherò una serie di posts, concentrandomi su un olio alla volta. Lo scopo di questa serie è semplicemente dare alcuni elementi per capire che è praticamente IMPOSSIBILE per chiunque vendere un olio puro e autentico a prezzi stracciati e avere dei profitti. Per alcuni oli parleremo di confezioni da 15 ml. Credo che Frankincense sia perfetto per iniziare.

Esistono diverse specie di Frankincense, mi mi concntrerò sulle due più conosciute in questo post, Boswellia Carterii e Boswellia Serrata, che costituiscono la maggioranza dei casi. Quasi tutti gli altri sono più costosi del carterii.

Iniziamo con la varietà più economica e di minore qualità di o.e. di Frankincense, il Boswellia Serrata proveniente dall’India. Molti si sorprendono di quantp sia economico, ma la cosa importante è comprendere che si riceve quello per cui si è pagato; l’aroma e la chimica saranno drasticamente diversi da quelli di un buon olio di Boswellia carterii e l’olio non avrà gli stessi effetti terapeutici. In ogni caso, basandosi sull’acquisto in grandi quantità, includendo le tasse di importazione, il confezionamento e l’etichettatura, per quanto incredibile possa apparire, alcune compagnie potrebbero riuscire a mettere in vendita questo olio a circa 2-3 dollari per una boccetta di 15 ml. Non ho mai visto nessuno vendere questo tipo di Frankincense a un prezzo così basso, così non è molto probabile che venga adulterato, come accade invece per altri, più costosi, tipi di Frankincense. Gli oli più economici di solito non vengono adulterati. In effetti, il Frankincense Serrata è spesso utilizzato per adulterare altri tipi di Frankincence, dato il suo prezzo basso, ma è facilmente riconoscibile dagli analisti esperti, alla Essential Oil University siamo sempre in grado di determinare quando è stato fatto, attraverso analisi GCMS.

Il discorso è diverso per Boswellia Carterii, perché la resina è più costosa e il rendimento minore. Direi che qualunque prezzo al di sotto dei 10 dollari è MOLTO SOSPETTO e sotto ai 7 dollari è praticamente impossibile che sia autentico, nel mercato attuale, anche per la peggiore qualità possibile. L’o.e. Carterii venduto a questi prezzi è molto probabilmente adulterato con il Frankincense indiano Serrata, aromi di sintesi, o entrambi.

Ricordate che queste sono semplicemente linee guida per la qualità scadente, e non includono fattori provenienti dalla lavorazione, il marketing e altre spese, per cui prezzi un po’ superiori a questi sono anche molto sospetti. Non vedrete probabilmente nessuna compagnia affidabile vendere a questi prezzi, cma è possibile trovare Carterii in vendita su Amazon, eBay, ecc. a queste cifre. Su questi siti si rischia molto di più di acquistare oli adulterati, a prescindere dal costo.

E’ importante anche che si comprenda che un prezzo più alto può significare qualità migliore, ma non necessariamente. Ci sono probabilmente aziende che vendono merce scadente a prezzi alti, come altre li vendono a prezzi stracciati. Ma spero che questa serie di post contribuirà a eliminare alcune compagnie, basandosi su considerazioni basate solo sui costi. Spesso, le aziende che vendono oli falsi non conoscono neppure il costo degli oli che stanno vendendo, per cui si basano semplicemente su quanto hanno pagato acquistandoli da venditori di discutibile affidabilità, di solito cercando di raddoppiare il guadagno, ma anche in questo caso lontani dai prezzi reali di oli autentici acquistati in grandi quantità dalle distillerie. Gli oli essenziali molto costosi sono ovviamente quelli che si vedono venduti a prezzi troppo bassi per essere veri, per cui mi concentrerò su questi nei prossimi post. Vi invito a condividere e chiedere se avete oli che vi piacerebbe analizzare (per questo rivolgersi a Robert Pappas in Essential Oil University, ndt).

.

3 thoughts on “Dr. Robert Pappas: Guida per riconoscere gli oli essenziali di qualità dal prezzo – Frankincense

  1. […] Sono questi componenti, in una combinazione intricata, a rendere Frankincense così versatile. La composizione unica conferisce le proprietà rinnovanti quando viene applicato in modo topico e la capacità di supportare le funzioni cellulari se assunto internamente.* I monoterpeni contribuiscono alle caratteristiche aromatiche e alle proprietà rilassanti e che allo stesso tempo favoriscono la concentrazione. Per imparare di più, potete consultare doTERRA Science Blog. dal prezzo di frankincense possiamo capire molto della sua qualità, come potete leggere quì. […]

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.