Disturbi e protocolli suggeriti

Reflusso gastrico e oli essenziali

reflusso

Il reflusso gastrico è un disturbo per cui diverse persone mi hanno chiesto aiuto, così ho fatto un po’ di ricerche per capire se e come gli oli essenziali possano aiutare. Il sistema digerente è formato dal tratto gastrointestinale e una serie di organi deputati alla masticazione, la digestione e l’assorbimento dei nutrienti, e l’espulsione dei rifiuti. L’esofago è dove gli alimenti vengono ingeriti, per poi passare nello stomaco in cui vengono mescolati ai succhi gastrici per proseguire la digestione. Quando gli acidi dello stomaco tornano indietro nell’esofago, si prova una sensazione di dolore, bruciore nella gola e nel torace, ed eventualmente altri sintomi quali gonfiore, difficoltà a digerire, indigestione. Il reflusso può essere causato da diversi fattori, quali alimentazione, alcool, gravidanza, permeabilità intestinale.

La buona notizia è che si può trovare sollievo grazie ad alcuni oli essenziali. Gli oli essenziali sono stati usati ad uso terapeutico per centinaia di anni e anche se con questo post non intendo assolutamente sostituirmi ad un medico, condivido alcune informazioni che ho trovato che potrebbero essere d’aiuto. Io preferisco sempre diluire gli o.e. per l’uso interno.

  • Olio essenziale di zenzero. Viene estratto dalla radice dello zenzero e contrasta la formazione degli acidi, e la formazione di ulcere. Diluire 2-3 gocce di zenzero in pari quantità di olio vettore, poi aggiungerle a una tazza di acqua calda. Mescolare e bere circa 20 minuti prima dei pasti. Si consiglia di non assumere aspirine per almeno due ore dop aver bevuto lo zenzero.
  • Olio essenziale di menta piperita. La menta aiuta nei disturbi digestivi, comuni mal di stomaco e reflusso. Alcuni lo consigliano anche per via orale, ma dopo avere parlato con qualcuno e trovato notizie contrastanti, per stare dalla parte del sicuro riporto solo le indicazioni di Modern Essentials: miscelare due gocce di limone, 2 di menta piperita, 3 gocce di sandalwood in un cucchiaio di olio di cocco frazionato. Applicare sullo sterno con movimenti circolari usando il palmo delle mani e sui punti riflessologici dei piedi.
  • Olio essenziale di limone. Il limone aiuta ad alleviare la sensazione di bruciore del  reflusso. Questo olio ha anche proprietà antibatteriche che contribuiscono a combattere i batteri nello stomaco e nell’apparato digerente. E’ anche utile per disintossicare. Oltre all’applicazione topica, alcune persone trovano sollievo anche aggiungendone una goccia a un bicchiere d’acqua. Anche se solitamente gli agrumi sono sconsigliati per il reflusso, l’olio essenziale non è ricavato dal frutto, ma dalla buccia, quindi ha caratteristiche diverse dal succo che può invece essere negativo per questo problema.

  • Olio essenziale di Eucalipto. Questo o.e. non è indicato per l’uso interno, ma si può usare in questo modo: Miscelare 2 gocce di o.e. di eucalipto, 3 gocce di menta piperita e un cucchiaio di olio di cocco (o olio evo) e massaggiare sullo sterno e sul collo per alcuni minuti.
  • Olio essenziale di arancio dolce. Aiuta per il reflusso ma anche per disintossicare e quando ci si sente gonfi. diluire 4 gocce di o.e. di arancio in un cucchiaino di olio vettore. Massaggiare sul torace e sulla parte alta della schiena. L’o. e. si può anche miscelare con una crema neutra o un olio da massaggio. Si può assumere internamente, in modo analogo all’o. e. di limone, o metterlo in un diffusore ad aria fredda.
  • Miscela DigestZen.Gli oli in questa miscela sono studiati per le loro abilità di bilanciare il sistema digerente ad alleviarne i disturbi. Contiene zenzero, menta piperita, cumino, coriandolo, anice. Aggiungere una goccia a un bicchiere di acqua, di latte di riso o di mandorle, oppure 1-2 gocce in una capsula vuote. Si può anche diluire in pari quantità di olio vettore e applicarlo su sterno e collo.

 

 

 

NB Gli oli essenziali di agrumi, a meno che non sia specificato un metodo di estrazione diverso, provocano fotosensibilità. Evitare pertanto di esporsi al sole per 12 ore dopo avere applicato uno di questi oli sulla pelle.

In casi particolari quali altri trattamenti, medicinali, gravidanza, allattamento o se si tratta di bambini, seguire le indicazioni specifiche.

Fonti: Modern essentials, draxe.com, NaturalHealth365.

Questo post ha unicamente scopo informativo, non si intende diagnosticare, preenire o curare alcuna malattia.

 

Leave a Reply