chakra, Oli essenziali e chakra

Perché i chakra si bloccano?

justin-luebke-92162 (1)

In questo secondo post sui chakra pensavo di iniziare a descriverli, ma ho scelto invece di spiegare il motivo per cui questo lavoro è necessario ed analizzare i motivi per cui essi si bloccano, o non funzionano come dovrebbero.

Vengono spesso rappresentati come fiori di loto, che si aprono e si chiudono dolcemente, accogliendo e rilasciando energia. La loro presenza è stata scoperta durante la meditazione da Yogi che li hanno sentiti, appunto, come centri di energia in movimento, posizionati su una linea che attraversa il corpo verticalmente.

C’è anche chi li associa alla simbologia dell’albero della vita, le cui radici sono profonde nella terra, mentre la chioma tocca il cielo. Si dice che senza l’albero più alto, il cielo cadrebbe. Allo stesso modo, come l’albero è un asse portante, anche la nostra colonna vertebrale, lungo la quale sono posizionati i chakra, è quella che sostiene la nostra struttura.

In questa concezione, noi siamo esseri in cui scorre energia. A volte però, per qualche ragione, l’energia non riesce a scorrere attraverso di noi e i chakra in modo armonico, ed è allora che vediamo comparire dei sintomi.

Cosa blocca i chakra? Spesso possono essere traumi infantili, magari non necessariamente esperienze drammatiche, ma una frase che ci ha ferito, regole restrittive, o magari anche incidenti, uno stile di vita che non corrisponde a quello che vorremmo e che siamo, una delusione, mancanza di attenzioni, le ragioni possono essere tante.

In generale, ogni volta che si crea una tensione, uno o più chakra vengono bloccati. A volte sviluppiamo dei meccanismi di difesa che diventano sempre più rigidi, sia a livello psicologico che nella nostra muscolatura, che poi permangono, anche quando non hanno più ragione di esistere. Altre volte ancora ci concentriamo maggiormente su alcuni chakra e meno su altri, e anche in questo caso si provoca uno squilibrio.

La cosa bella però è che riportare l’armonia è possibile, ed è alla portata di tutti. I chakra funzionano bene e si usano correttamente quando si vive nel presente, quando non si fanno diverse cose contemporanemente. Ad esempio, mangiare e pensare al lavoro, o fare i compiti, crea una dissonanza, emntre quando ci concentriamo su quello che stiamo facendo e ci godiamo il momento, tutto è a posto. A volte i chakra vengono collegati alle note musicali: quando ognuno di loro suona al momento giusto, la melodia è armoniosa. Se uno è bloccato, è come quando al pianoforte manca un tasto, o non chiudiamo bene i fori del flauto: il suono è sbagliato, a volte sgradevole, e questo si vede nella nostra vita e nella nostra salute.

Per riequilibrare i chakra si possono usare colori, oli essenziali, erbe, alimenti e bevande, pietre, esercizi yoga. Può essere utile seguire un percorso, e poi imparare a riconoscere di cosa si ha bisogno. E’ un altro caso in cui ci viene data l’occasione di riflettere e di ascoltarci per capirlo…Mi piace molto che si riesca a ritrovare l’armonia dal punto di vista fisico ed emotivo in questo modo, anche perché a volte i motivi non sono tali da farci ricorrere allo psicologo. Ci sentiamo magari stanchi, sottosopra, magari un po’ irritati, ma non pensiamo di fare molto, perché passerà. Però a volte non passa, i livelli di stress salgono, si aggiunge sempre qualcosa e alla fine ci troviamo in difficoltà. Sono felice di avere imparato ad ascoltare i chakra e a considerarli, quando scelgo come affrontare un momento particolare, nel mio caso sempre insieme agli oli essenziali.

Questa settimana sono successe un po’ di cose e qualche sera fa sentivo di avere bisogno di un olio. Intanto che sistemavo la cucina pensavo a quale scegliere e mi è venuta in mente la ruota che aiuta a trovare l’olio giusto per le emozioni:

1x1-900x900-emotional-aromatherapy-wheel-us-english-web – Kopi

Così ho dovuto chiedere a me stessa: ” Come ti senti esattamente? Per cosa ti serve aiuto in questo momento?” Ecco, questo processo ci aiuta a trovare la strada per uscire da un momento emotivo pesante, credo. Ho iniziato con Balance. Ho scelto un video con esercizi di yoga sull’equilibrio e ho mangiato alimenti che aiutano il chakra della radice. Istintivamente, ho scelto vestiti di colori che aiutano per la stessa cosa, che normalmente sono nel cassetto…so che va bene perché mi sento meglio, ma anche perché ho avuto bisogno di altri oli in seguito, ho usato Console, Forgive, forse il prossimo sarà Motivate. O Elevation. Non lo so ancora, ma so che lo scoprirò. Non pensate anche voi che sia un percorso interessante? A presto, con il primo chakra.

 

2 thoughts on “Perché i chakra si bloccano?

  1. Ciao Elisabetta,
    Mi sono da poco avvicinata al mondo doterrà e lo trovo fantastico! Da qualche giorno sto leggendo i tuoi articoli molto interessanti e in linea con il percorso che sto facendo da qualche tempo. Volevo ringraziarti per il grande lavoro di traduzione che stai facendo. Forse ci conosciamo, i miei suoceri hanno vissuto a Rimini, di caro Vincenzo ed Eleonora.

    1. Ciao Tiziana, grazie! Si’, penso proprio che ci siamo incontrate a Rimini, che piacere ritrovarci qui’ e sentire che stiamo seguendo un percorso simile! Salutami tanto tanto Eleonora quando la incontri <3

Leave a Reply