chakra, Oli essenziali e chakra

Il terzo chakra – Il plesso solare

3. chakra plesso solare

Continuiamo il nostro percorso attraverso i chakra, i centri energetici che possono influenzare molti aspetti della nostra vita, dalla salute alle emozioni. Come abbiamo visto, essi sono sempre in movimento e il nostro benessere dipende dal loro equilibrio.

Ogni chakra, infatti, rappresenta un lato del nostro essere e imparando a conoscerli, potremo ricorrere ad un tipo di lavoro sui chakra se sperimenteremo uno squilibrio nelle parti che a cui sono collegati. Possiamo fare questo utilizzando oli essenziali, erbe, pietre, esercizi yoga, alimentazione, o tutto insieme!

Il terzo chakra si trova sul plesso solare, tra l’ombelico e lo sterno ed è chiamato anche Manipura: in sanscrito, questa parola significa “Città del gioiello splendente” (Mani=gioielli e pura=città).

Il suo colore è il giallo ed è associato allo stomaco, il fegato, la cistifellea, la milza, il pancreas, l’intestino tenue, i denti e le unghie. Il senso corrispondente è l’olfatto e l’elemento connesso è il fuoco.

Viene raffigurato in un fiore di loto con dieci petali gialli, al cui centro c’è un triangolo rovesciato e la sillaba Ram.

Riguarda il nostro modo di agire, la nostra volontà e capacità di affermazione, la determinazione nel realizzare i nostri desideri ed è la sede dell’ego. Caratterizza anche i nostri rapporti con gli altri e con l’ambiente, la sicurezza, la paura, la collaborazione e l’intuizione.

Quando il plesso solare è in equilibrio, la persona tende ad essere aperta, allegra, ha rispetto di se stessa e degli altri, ha un forte senso del proprio potere personale e dei propri doni e talenti, riesce ad affrontare e superare le cose allo stesso modo in cui riesce a digerire bene il cibo. E’ intelligente, capace, rilassata, espressiva, non ha paura delle sfide, trova piacere nell’attività fisica e nel cibo.

Quando il chakra del plesso solare è carente, la persona è depressa, manca di fiducia in se stessa, è molto preoccupata del giudizio degli altri, non è sicura del proprio ruolo, si sente in balia degli altri, ha paura di essere sola, ha costante bisogno di rassicurazione,, soffre di gelosia, non si fida di nessuno e ha problemi digestivi.

Quando il terzo chakra ha energia eccessiva, la persona può avere la tendenza a lavorare troppo, a giudicare gli altri, esigere molto. Si può diventare prepotenti, competitivi, autoritari, avidi, lasciare che la razionalità prenda il sopravvento sulle emozioni e le relazioni, si possono sviluppare complessi di superiorità e avere difficoltà a lasciare andare il controllo per dormire.

La frase associata al terzo chakra è “Io posso”. Questo chakra rappresenta infatti il potere personale, il processo di formazione del sè, di una personalità separata dall’identità che è stata ereditata. Possono dipendere dal terzo chakra anche problemi legati all’autostima.

Sacral Chakra Healing Affirmation: I am radiant, creative & passionate.
Foto Marci baron

Oli essenziali per il chakra del plesso solare

  • Geranium: ha un effetto riequilibrante sul sistema nervoso e può aiutare contro la depressione, l’ansia e la paura. Ha un aroma che calma la mente e aiuta a ritrovare l’armonia. E’ indicato sia per l’ansia acuta che cronica. Le persone che lavorano troppo e che hanno perso il contatto con se stessi, potrebbero trovare molto utile questo olio, che stabilizza la mente e intensifica la percezione e l’immaginazione.
  • Ginger (zenzero): speziato e riscaldante, lo zenzero aiuta a mettere in circolo l’energia e a rinvigorire corpo e sensi, oltre a rimettersi in contatto con il proprio centro. Nei momenti di pessimismo, l’olio essenziale di zenzero aiuta a motivare lamente e a trovare una direzione. E’ molto indicato per quando si hanno grandi piani, ma si manca di motivazione, perché può aiutare a darsi da fare e ad essere organizzati.
  • Grapefruit (pompelmo): l’aroma di questo olio favorirà la gioia, l’allegria, la positività. E’ anche un olio essenziale che dà energia, ed è perfetto per lavorare con il plesso solare.
  • Sono consigliati anche Black pepper, Cedarwood, Coriander, Cypress, Lemon, Wild Orange, Fennel, Lemongrass, Mandarin, Peppermint, Petitgrain, Sandalwood, Spearmint e DigestZen/ZenGest.

Pietre per il terzo chakra

Solar Plexus Chakra Gemstones!
Foto Gemstone company

Le pietre si possono utilizzare durante la meditazione, o tenere vicine nei giorni in cui si lavora con i chakra, per favorirne l’apertura e l’equilibrio.

Erbe per il terzo chakra

Anche in questo caso, le erbe e i fiori indicati sono di colore giallo, oppure danno calore ed energia, come cardo mariano, calendula, curcuma, tarassaco o dente di leone, melissa, camomilla, elicriso.

Possono aiutare molto anche tutte le erbe che favoriscono la digestione (con i relativi oli essenziali): menta piperita, menta verde, radice di altea, chiodi di garofano, finocchio e cardamomo.

Golden Poppy suggerisce una tisana con calendula, tarassaco, zenzero e scorza di limone, eventualmente con l’aggiunta di miele.

Bilderesultat for food for solar plexus chakra

Attività

  • Prendersi cura di sè dal punto di vista fisico ed esteriore, facendo sport, vestendoci con i nostri capi preferiti per sentirci bene nella nostra pelle.
  • Darci degli obiettivi e uscire dalla nostra zona di conforto per raggiungerli.
  • Lavorare sull’autostima annotando gli obiettivi realizzati, le cose portate a termine, i successi, apprezzando il nostro lavoro e i nostri sforzi.
  • Scrivere le cose che ci piacciono di noi stessi.
  • Dedicarsi a hobby, corsi, lavoretti che ci aiutano a distrarci e a coltivare i nostri talenti.
  • Confidarsi e chiedere ad altri le proprie opinioni.
  • Circondarsi di colori brillanti, soprattutto il giallo.
  • Alimentarsi in modo sano, scegliendo alimenti di colore giallo e quelli che favoriscono la digestione e danno energia. Naturalmente parliamo di colore naturale (ecco perché negli alimenti conservati mettono i coloranti, perché se li vedessimo per quello che sono non ci attirerebbero…)! Frutta e verdura come banana, ananas, zucca, zucchine gialle, mais, levistico o sedano di montagna, freschi e pieni di vitalità.

 

 

NB: Questo post ha scopo informativo, non intende curare, trattare, prevenire u curare alcuna malattia.

Bibliografia

Golden Poppy, Cure naturali, Reiki, Meditazione Zen, Cammini di luce, Health antiaging wellness.

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.