Oli singoli

Blue Tansy – Tanaceto blu

blue-tansy

Alla convention che si è svolta sue settimane fa a Salt lake City, il Dr. Hill ha presentato alcuni nuovi oli essenziali, tra cui quello di Tanaceto blu.

L’olio essenziale di Blue Tansy viene ottenuto dalle foglie, dai fiori e dagli steli della pianta Tanacetum annuum. Il nome Blue Tansy è in realtà un po’ fuorviante; la pianta stessa è una erba mediterranea che presenta fiori gialli, originaria del Marocco. L’olio essenziale della pianta Blue Tansy appartiene al gruppo degli oli di camomilla, che comprende anche il camomilla romana e la camomilla tedesca. In questo contesto, non sorprende che Blue Tansy sia talvolta definito “camomilla blu marocchina”.

Il Camazulene

Tutti gli oli di camomilla hanno in comune la presenza di un composto chiamato camazulene, che ha un colore blu intenso ed è ciò che dà a tutti gli oli di camomilla la loro tonalità. È interessante notare che il camazulene si forma durante la distillazione a vapore, il che spiega perché gli oli sono blu ma le piante da cui provengono non lo sono. Un composto sesquiterpene chiamato matricina, che si trova naturalmente nelle parti aeree delle piante di camomilla, è soggetto ad una reazione quando è in presenza di vapore acqueo a temperature elevate. Il prodotto di reazione è il camazulene, un sesquiterpene con una tinta blu profonda e proprietà lenitive.

Come si vede dall’immagine, gli oli di camomilla hanno componenti simili, ma in proporzioni diverse.

Il camazulene ha proprietà detergenti e può anche contribuire a lenire la pelle quando applicata localmente in modo topico. Si ritiene che le sue proprietà lenitive provengano dalla sua capacità di influenzare determinati enzimi coinvolti nella produzione di biomolecole infiammatorie.

Di tutti gli oli di camomilla, Blue Tansy è l’olio con il maggior contenuto di camazulene. Ciò significa che ha il più potente effetto lenitivo sui tessuti. Tuttavia, è bene ricordare che un grande potere è associato a grande responsabilità. C’è così tanto camazulene in Blue Tansy che l’olio può effettivamente macchiare la pelle e le superfici di blu, quindi deve essere utilizzato con attenzione. Il Dr. Hill ha spiegato comunque che l’effetto è temporaneo e sparisce in qualche ora.

Myrcene e Sabinene

Oltre al contenuto elevato di camazulene, l’olio tanaceto blu è anche unico a causa del suo alto contenuto di sabinene e di mircene. il sabinene è un monoterpene ciclico noto per il suo aroma di legno speziato, la sua capacità di favorire la funzione e la risposta immunitaria, lenire la pelle, ridurre l’apparire di macchie dellapelle e per la sua potente attività antiossidante. * Il mircene è un monoterpene che supporta il sistema nervoso, protegge dall’invecchiamento cutaneo dovuto all’esposizione UV, ha effetti antiossidanti e può contribuire ad alleviare la sensazione di disagio agendo sul sistema nervoso periferico. *

Fino alla convention 2017, l’olio essenziale di Blue Tansy – tanaceto blu è stato offerto solo come ingrediente nella miscela Deep Blue®. Ora è disponibile come un singolo olio. Non viene raccomandato per l’uso interno, ma aromatico e topico.

Il Dr. Hill ha consigliato di utilizzarlo insieme a Lemongrass, maggiorana e cannella per riscaldare i tessuti ed alleviare il dolore dopo un’attività intensa, oppure con cedarwood e frankincense o geranium per schiarire la pelle e prendersene cura.

*Queste affermazioni non sono state approvate dalla Food and Drug Administration. Questo prodotto non intende diagnosticare, trattare o curare alcuna malattia.

Bibliografia:

  • Convention doTERRA 2017
  • dooTERRA Science blog

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.