Autoproduzione, Miscele da diffondere, Oli singoli

Santa Lucia e l’olio essenziale di cardamomo

4

Da quando vivo in Norvegia, ho imparato ad amare questa tradizione, in cui i bimbi arrivano in fila cantando la canzone di Santa Lucia, vestiti di bianco, con i mano delle candele e distribuendo dolcetti. Una di loro ha una corona di candele, e arrivano nel buio invernale per portare luce, calore e speranza. Presto infatti le giornate torneranno ad allungarsi.

Bilderesultat for santa lucia tog
foto You Tube

E’ tradizione preparare questi dolci, un incrocio tra delle brioches e dei panini dolci, di cui vi scrivo la ricetta (in versione vegana):

Lussekatter

  • 75 grammi di margarina o olio vegetale
  • 2,5 desilitri di latte di soia
  • 25 grammi di lievito di birra
  • 1 grammo di zafferano
  • 75 grammi di zucchero
  • Un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di cardamomo/1 goccia di olio essenziale di cardamomo
  • 700 grammi di farina + aggiunta facoltativa per la cottura
  • Latte di soia o olio per spennellare i lussekatter
  • Una manciata di uvette

Sciogliere la margarina o l’olio di cocco. Aggiungere il latte e togliere la pentola dal fuoco.

Sbriciolare il lievito in una ciotola grande. Versarci sopra la miscela di latte e lasciare riposare per alcuni minuti. Quindi aggiungere zucchero, sale, cardamomo e zafferano e tre quarti della farina. Mescolare bene l’impasto, verrà di una consistenza simile al pane o alla pizza. Lasciare l’impasto a lievitare fino a raggiungere il doppio della sua dimensione.

Preriscaldare il forno a 250 ° C. Rivestire due teglie con carta da forno. Cospargere di farina una spianatoia, mettere l’impasto e dividerlo in quattro parti uguali, quindi di nuovo in quattro. Formare dei rotolini di almeno 15 centimetri, ma preferibilmente più lunghe.

Formare i panini, nella tipica forma a S o facendosi guidare dalla fantasia! Appoggiarli sulla teglia da forno e lasciarli lievitare sotto un asciugamano in un luogo caldo per circa 20 minuti. Spennellare con latte o olio di soia e decorare con l’uvetta.

Cuoceranno in circa 8-10 minuti.

Mi fa piacere cogliere l’occasione per parlare dell’olio essenziale di Cardamomo, sicuramente non uno tra i più conosciuti, ma che vale assolutamente la pena rivalutare. Qualcuno lo ha sicuramente assaggiato come spezia, o come semini al ristorante indiano, dove vengono offerti per digerire.

Bilderesultat for cardamom doterra

Si tratta di una pianta erbacea perenne, alta tra 2 e 4 metri, con foglie lunghe e lanceolate e fiori violetti. L’olio essenziale si estrae dai semi, che sono neri e piccolini e sono contenuti nei frutti, di colore verde chiaro.

L’olio essenziale di cardamomo ha un alto contenuto di 1,8 cineol, che ha l’effetto di aprire le vie respiratorie e aiutare con la tosse. Per questa ragione è contenuto nella miscela Breathe.

Un altro beneficio importante è quello offerto per supportare la digestione, per aiutare nei casi di nausea e vomito e anche per migliorare l’alito. Viene utilizzato anche massaggiato su muscoli stanchi e spasmi. Quando viene diffuso, il cardamomo favorisce la chiarezza mentale.

Aromaterapia delle emozioni

Viene chiamato l’olio dell’obiettività, perché aiuta a ritrovare il controllo delle proprie emozioni e l’equilibrio. E’ indicato soprattutto per le persone che si scaldano facilmente, che si sentono frustrate, ma anche per coloro che coltivano una rabbia provocata da vecchie offese e ferite, chi ha una storia di aggressioni che spesso si riversa sul comportamento. Aiuta a “digerire” queste emozioni, in questo caso può aiutare applicare l’olio sul plesso solare. Favorisce anche lo spostamento della prospettiva per chi è molto concentrato su se stesso, aiutando a vedere le cose con maggiore obiettività e a sentire più pace e tolleranza.

Co-Impact Sourcing

L’olio essenziale di cardamomo viene estratto dai semi di cardamomo coltivati in Guatemala, utilizzando i rigorosi standard di test CPTG® doTERRA. Attraverso un accordo collaborativo e responsabile, utilizzando questo olio essenziale abbiamo la possibilità di rivestire un ruolo significativo sulla vita dei coltivatori e distillatori locali, garantendo che queste comunità agricole godano di migliori condizioni di vita.

In questo modo, come Santa Lucia, possiamo seguire la tradizione e portare luce e dignità a chi ne ha bisogno.

Se vuoi conoscere meglio il mondo degli oli essenziali, e ti piacerebbe farlo con la mia guida, contattami scrivendo a laviaaromatica@gmail.com per una consulenza gratuita. Sono felice di conoscerti ed aiutarti!

NB Questo post ha scopo puramente informativo, non si propone di curare, diagnosticare o guarire alcuna malattia.

Bibligrafia: doterra blog, doterra.com, Emotions and essential oils.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.